Ultima modifica: 8 marzo 2017

Area archeologica

L’area di scavo, di proprietà del Comune di Castrocielo, è disposta su una superficie pianeggiante di quasi 7 ettari. Posta all’interno del perimetro urbano della città romana, in uno degli isolati centrali, è collocata ad Est del Teatro, dal quale, in antico, era separata dal cosiddetto Cardo Maximus (via Montana) che grossomodo aveva l’andamento dell’attuale via Vicinale Civita Vetere e subito a Nord dell’antica via Latina, la famosa strada romana che univa Roma con Capua, percorso interno alternativo a quello costiero della via Appia.

In relazione a quanto sopra riportato, notevoli sono stati i risultati raggiunti, fondamentali per la conoscenza di un settore centrale dell’abitato antico, caratterizzato da edifici pubblici già noti come il Teatro, l’Edificio Absidato, l’Anfiteatro, il cosiddetto Capitolium e di nuova acquisizione come le Terme Centrali.

IMG_1169

L’auspicio è che questa attività finalizzata alla conoscenza del patrimonio storico-archeologico, possa costituire da volano per una migliore attività di tutela del sito, anche in previsione della valorizzazione strategica dell’area che il Comune di Castrocielo sta cercando di realizzare, in collaborazione con la Soprintendenza per i Beni Archeologici del Lazio e l’Università del Salento.

Visualizza tutto »

Ultimi 5 articoli pubblicati in ""